Uno dei maggiori fornitori di contenuti al mondo dal 1990 specializzato in campioni musicali, strumenti virtuali ed effetti sonori

Informazioni sul copyright e sul campionamento

Informazioni su COPYRIGHT e le librerie di esempio

Cosa dovresti sapere sul campionamento del copyright e come evitare problemi.

I campioni Zero-G sono sicuri da usare nella tua musica, nella loro forma attuale o modificati da te. L'acquirente originale di un prodotto Zero-G è autorizzato a utilizzare i campioni audio inclusi, privatamente o all'interno delle loro composizioni musicali rilasciate commercialmente, e senza la necessità di modificare i campioni in alcun modo.

Non tutti i CD campione o pacchetti campione scaricabili sul mercato possono offrire tale garanzia. In generale, in caso di dubbi o, ad esempio, se la propria casa discografica chiede chiarimenti esatti sui campioni prelevati da una libreria di campioni disponibile in commercio, controllare la licenza completa per iscritto dallo sviluppatore del suono che ha prodotto quel prodotto della libreria di campioni. Se non è stampato sulla confezione del CD stesso o incluso in un file all'interno del prodotto scaricabile, il distributore dovrebbe essere in grado di ottenerlo per te e, se necessario, potrebbe metterti in contatto direttamente con il produttore del prodotto.

Ricorda - se i suoni sono veramente originali e sicuri da usare nella loro forma attuale, anche nelle tue pubblicazioni musicali commerciali, la licenza dovrebbe sempre dichiararlo chiaramente.

Questo è sempre vero per i prodotti della libreria di campioni Zero-G.

Cosa dovresti sapere sul campionamento del copyright:

Il Copyright, Designs and Patents Act 1988 afferma che il copyright sussiste in opere letterarie, drammatiche, artistiche, musicali originali, registrazioni sonore e film. L'atto conferisce ai proprietari dei diritti d'autore i cinque diritti limitati ed esclusivi per controllare come, quando o se i loro diritti d'autore possono essere utilizzati.

Gli atti limitati sono i seguenti:

  • per copiare il lavoro
  • rilasciare copie dell'opera al pubblico
  • per eseguire, mostrare o riprodurre il lavoro in pubblico
  • per trasmettere il lavoro o includerlo in un servizio di programmazione via cavo
  • fare un adattamento del lavoro o fare una delle precedenti in relazione a un adattamento

MCPS Le linee guida (Mechanical Mechanical Protection Society nel Regno Unito) suggeriscono che ci sono tre "diritti" che devono essere presi in considerazione durante il campionamento:

1. Il copyright nell'opera musicale originale.
L'autorizzazione deve essere concessa dai proprietari dei diritti d'autore delle opere musicali da campionare (di solito l'editore musicale). È meglio contattarli direttamente ma se i dettagli dell'uso del campione sono dichiarati nel modulo "Domanda di licenza" di MCPS, MCPS contatterà i proprietari del copyright interessati per stabilire il contatto iniziale.

2. Il copyright nella registrazione del suono o il "Diritto fonografico".
L'autorizzazione deve essere concessa dai proprietari dei diritti d'autore delle registrazioni audio da campionare (di solito la casa discografica).

3. Il diritto morale.
Questi sono progettati per proteggere la reputazione di un autore. L'autore ha ora alcuni diritti statutari, incluso il diritto a non sottoporre il proprio lavoro a un trattamento dispregiativo. Questo diritto morale è particolarmente importante per quanto riguarda il campionamento in quanto conferisce all'autore originale il diritto di decidere se un copyright può essere utilizzato. Un ulteriore diritto morale è quello della paternità, il diritto ad essere accreditato come autore / compositore di un'opera.

Campionamento da registrazioni esistenti

L'uso di frammenti delle registrazioni di altre persone non è un modo legittimo di reperire nuovi suoni per il produttore musicale serio - al contrario, è un furto. È vero che alla fine degli anni '80 e all'inizio degli anni '90 questa pratica ha influenzato notevolmente la direzione della musica dance, ed è ancora utilizzata nelle registrazioni oggi, ma è sempre stata un campo minato legale. Un esempio tipico è stato l'artista di danza "Shut Up And Dance" che apparentemente si trovava a fronteggiare un'azione legale da parte del cane da guardia dell'industria meccanica la Mechanical Copyright Protection Society, sostenuta da otto importanti case editrici, per presunto uso non autorizzato di campioni di artisti tra cui Prince, Suzanne Vega e Terence Trent D'Arby.

Ovviamente il campionamento non è certamente un fenomeno recente; è stato in giro in diverse forme per lungo tempo. Negli anni '60 i Beatles crearono una registrazione chiamata 'Revolution Number 9' sul loro "White Album" usando molti film, notizie ed estratti musicali. All'inizio degli anni '80, Grand Master Flash e Furious Five iniziarono la tendenza a includere brani di altri dischi nel loro "mixando a zero". All'incirca nello stesso periodo, apparve il primo campionatore digitale: il Fairlight CMI (Computer Musical Strumento). Inizialmente costava £ 20,000 e, ironia della sorte, i produttori hanno aggiunto l'hardware di campionamento all'ultimo minuto perché non ne vedevano un uso al momento. Con il passare degli anni '90, con macchine professionali sempre più convenienti, il campionamento si è moltiplicato. Il suo uso comune in molti stili musicali ha sollevato molti problemi etici e legali.

Quando crei un brano musicale, hai automaticamente il copyright - letteralmente, il diritto di copiarlo - ma solo se lo scrivi o lo registri. Non importa se qualcun altro lo registra: sei l'autore della musica, quindi detieni ancora il copyright. Certo, è vitale che tu possa provare di averlo creato per primo. Ci sono due cose che puoi fare per soddisfare qualsiasi tribunale: pubblicare una copia dell'opera (registrazione o manoscritto) tramite consegna registrata, quindi il timbro postale può fungere da prova della data (ma assicurati di non t aprire il pacchetto!); o lasciare una copia dell'opera presso la propria banca e ottenere una ricevuta ufficiale indicante la data del deposito.

Il copyright è legalmente considerato un possesso, quindi puoi venderlo o regalarlo. Se sei abbastanza fortunato da ottenere un contratto di pubblicazione, indubbiamente assegnerai il tuo copyright all'editore, che, se è bravo, farà tutto il possibile per farti un contratto discografico e farti diventare una star. Molti editori nominano la Mechanical Copyright Protection Society o l'organizzazione equivalente nel loro paese, per rilasciare licenze a una casa discografica per fare ulteriori copie "meccaniche" (fisiche) del tuo lavoro e raccogliere i canoni - assumendo che qualcuno lo acquisti, ovviamente.

Quando viene effettuata una registrazione, viene creato un nuovo copyright - quello che governa la registrazione meccanica stessa, di proprietà del produttore. Quindi ora c'è un copyright sul tuo materiale e un altro sulla registrazione del tuo materiale, ma potrebbe sembrare che nessuno dei due appartenga a te. Tuttavia, solo perché hai firmato una linea tratteggiata su un contratto, questo non significa che hai perso tutti i diritti sul tuo lavoro. Rimani comunque il "primo proprietario" e puoi esercitare i tuoi "diritti morali".

Questi diritti sono riconosciuti dal Copyright, Designs and Patents Act 1988 (UK), che aggiorna la legge sul copyright, soprattutto in settori come la registrazione audio e video. I "diritti morali" di un autore possono essere fatti valere in varie circostanze. Se non ritieni che il tuo nome venga visualizzato su una registrazione del suono in modo sufficientemente evidente da renderti facilmente identificabile come autore (o autore parziale), puoi far valere il diritto all'identificazione, noto anche come diritto di "paternità". Ciò significa che se una registrazione utilizza un campione prelevato dal tuo lavoro, puoi insistere sul fatto che tu sia accreditato come fonte del campione, poiché Kate Bush è accreditato sul singolo "Something Good" degli Utah Saints.

Se il tuo lavoro è alterato o distorto in un modo che ritieni offensivo della tua intenzione originale, puoi usare un altro diritto morale, il tuo diritto di "integrità". Non importa nemmeno se dai a qualcuno il permesso di copiare il tuo lavoro ma poi ti dispiace per quello che gli viene fatto. Allo stesso modo, in un mondo ideale il tuo editore lavorerà con te e seguirà ogni tuo desiderio per quanto riguarda la promozione del tuo lavoro, ma in realtà non sempre funziona così. In entrambi i casi, puoi ancora far valere i tuoi diritti morali, purché ti lamenti immediatamente. Solo scrittori e autori hanno diritti morali esecutivi; produttori ed editori no. Ciò significa che anche se tu, il tuo editore o l'MCPS concedi a qualcuno il permesso di utilizzare un campione dal tuo lavoro, puoi comunque agire se il campione viene utilizzato nel modo in cui ti opponi.

La polemica "Raving, I'm Raving" ha recentemente messo in evidenza questa parte della Legge. A Marc Cohn non piaceva quello che Shut Up and Dance faceva alla melodia di "Walking in Memphis", quindi esercitò i suoi diritti morali e costrinse il disco a limitarsi ai 35,000 già fatti all'epoca. Anche Shut Up and Dance ha accettato di dare tutti gli utili in beneficenza, ma il problema non era il denaro. I diritti morali del creatore erano.

Nel primo caso di questo tipo che è andato in tribunale, George Michael è riuscito a ottenere un'ingiunzione contro una casa discografica che voleva pubblicare il "Bad Boys Mega Mix": il tribunale ha deciso che la registrazione era una distorsione dell'opera originale di Michael. Attenzione però che la questione dei diritti morali ha molte difficoltà pratiche e legali.

Quindi, se vuoi campionare un disco, quanto riesci a cavartela? Questa è un'area grigia per quanto riguarda la legge, a causa di due parole: "parte sostanziale". Una violazione si verifica se una "parte sostanziale" di un'opera è stata copiata o campionata. La legge sul copyright non indica categoricamente quanto questo è, ma i casi giudiziari hanno dimostrato che è la QUALITÀ del campione che conta tanto quanto la quantità. Un campione MOLTO breve può ancora costituire una parte sostanziale, se è abbastanza importante e distintivo. Jane Peterer, che lavora per una società di New York che gestisce la musica di George Clinton, ritiene che un campione del lavoro di Clinton rubi automaticamente l'atmosfera e il potere dello stile che gli ha portato il successo, quindi la lunghezza del campione non ha importanza. Peterer è stato coinvolto in numerosi insediamenti con case discografiche ed editori.

Quando un compositore muore, il copyright rimane nella sua proprietà per altri 70 anni. Carl Orff, compositore tedesco di Carmina Burana, morì nel 1982, quindi il copyright rimane di sua proprietà fino al 2052. Due band belghe, Fortuna e Apotheosis, pubblicarono versioni dance della musica esaltante che raggiunse i numeri 1 e 3 nelle classifiche olandesi. Ma la tenuta di Orff sosteneva che le registrazioni erano una violazione dei diritti morali del compositore; hanno vinto il caso e i singoli sono stati ritirati dalla vendita.

Evitare problemi

Se assaggi qualche lavoro sul copyright, rischi di turbare qualcuno. Potresti pensare di aver prelevato un campione che non è una "parte sostanziale" dell'opera originale, ma questo può SEMPRE essere contestato. Potresti pensare che la tua fonte sia adeguatamente oscura, ma ci sarà sempre QUALCUNO che la riconoscerà. Anche se distorci un campione in modo da pensare che sia completamente diverso dall'originale, è probabile che un artista esigente individuerà ciò che hai fatto e potrebbe far valere il suo diritto morale di "integrità" e farti causa proprio perché l'hai distorto dalle intenzioni originali. E anche se il tuo caso non dovesse andare in tribunale, potresti essere ancora di fronte a una grande transazione extragiudiziale.

Esistono tre opzioni sicure:

Innanzitutto, è possibile acquistare raccolte di campioni originali cancellate da rinomati e affermati sviluppatori di CD di esempio come Zero-G.

Seconda opzione sicura: crea i tuoi campioni !!

La terza opzione sicura è quella di passare attraverso i canali appropriati e cancellare i campioni. Se hai intenzione di fare un disco e sai che il tuo lavoro contiene alcuni campioni evidenti o sospetti, contatta l'MCPS (o un'organizzazione equivalente nel tuo paese) per vedere se hai bisogno di una licenza e quanto costerà. Se l'editore del lavoro incluso nel campione non è affiliato all'MCPS, devi contattare tu stesso quell'editore e ottenere l'autorizzazione. A questo punto, controlla con la casa discografica che ha effettuato la registrazione originale per vedere se hai bisogno di un nulla di speciale - questo è particolarmente importante quando la musica non è protetta da copyright. Il pagamento per l'uso di un campione può essere una somma forfettaria o una royalty per ogni registrazione venduta. Vale la pena ricordare i diritti morali e cosa può succedere se in seguito distorci il materiale di qualcuno. Non sembra probabile un tasso di pagamento standard per i campioni. Non esiste un modo oggettivo per valutare la "qualità" di un campione anche se la quantità potesse essere valutata. Per questo motivo, è probabile che i singoli casi debbano essere valutati in base ai loro meriti. Inoltre, è improbabile che gli editori sentano di beneficiare di una tassa di liquidazione fissa quando occupano attualmente una posizione così influente. Il produttore di spicco Pete Waterman ha colpito l'unghia alla testa in un numero della rivista "Music Week", in cui ha affermato che gli editori "sentono di essere al posto di guida. Stanno andando sempre più in alto, chiedendo il 50% delle canzoni che potrebbe contenere solo una piccola parte del loro lavoro ".

Campionamento dalla televisione:

Il Copyright Act del 1988 afferma che se le parole di qualcuno vengono registrate, quella persona ottiene un copyright automatico nella registrazione. Ciò significa che se assaggi alcuni discorsi dalla TV, violi due diritti d'autore: quello del relatore e quello della compagnia televisiva che ha realizzato il programma. Se assaggi la musica descritta in un film trasmesso in TV, ci sono cinque diritti d'autore coinvolti: uno nella sceneggiatura del film; uno nella musica della colonna sonora; un altro nella registrazione della musica; ancora un altro nel film stesso; e infine uno nella trasmissione televisiva. Naturalmente, se vieni catturato e portato al libro, il criterio della "parte sostanziale" deve sempre essere dimostrato, ma pensa a tutte quelle persone a cui potresti dover rispondere ...

Qualunque cosa accada in futuro, il campionamento è qui per restare. Può essere usato in modo creativo e distruttivo. E sebbene possa essere un problema controverso, un po 'di buon senso può farti risparmiare molti problemi.

$ 15 di sconto * sul tuo primo ordine e enormi risparmi quando ti iscrivi alla nostra newsletter

Iscriviti alla nostra Offerte e notizie esclusive per il download stratagemmae ti invieremo un codice di sconto di $ 15. Otterrai dettagli su prezzi speciali bassi (disponibili solo per gli abbonati!) E sarai aggiornato con le nuove versioni Zero-G. Puoi iscriverti qui (fai clic sul pulsante a destra) e sarai in grado di annullare l'iscrizione immediatamente in qualsiasi momento. (* Nota: lo sconto di $ 15 può essere utilizzato per qualsiasi prodotto con un prezzo superiore a $ 40, tranne Vocaloidi e prodotti Eventide).